News
Dettagli  
28.09.2017
La ricostituzione della laguna costiera alla foce del Candelaro
Sono in pieno svolgimento i lavori per la ricostituzione della laguna costiera alla foce del Candelaro, eseguiti dal Consorzio per la Bonifica della Capitanata. L'area di 40 ettari è collocata immediatamente a sud del canale di scolo dell'idrovora di Siponto ed è delimitata dalla strada provinciale 141 e dalla foce del torrente Candelaro. Storicamente l'area veniva utilizzata come valle da pesca, costituita da una serie di bacini collegati da canali, che successivamente sono stati in parte interrati, pregiudicandone di fatto la funzionalità ecologica. Si tratta in sintesi, insieme all'adiacente riserva di Frattarolo e alla vicina Oasi Lago Salso, di uno degli ultimi lembi delle paludi sipontine che, prima delle bonifiche del secolo scorso, occupavano tutta la zona costiera del Golfo di Manfredonia.
Le aree residue dell'originaria palude mantengono un'indispensabile funzione di equilibrio idrogeologico ed ecologico al servizio delle aree bonificate. Senza di esse anche le aree messe a coltura o successivamente urbanizzate rischierebbero di essere nuovamente allagate o impaludate. Ciò è ancora più evidente per il sito in questione, localizzato presso la foce di uno dei corsi idrici più inquinati della Puglia, dove la presenza di zone umide rappresenta un determinante effetto mitigatore dell’inquinamento e degli eventi idrologici (alluvioni, esondazioni) che possono rappresentare un pericolo diretto per la vita umana.
L'intervento previsto con il progetto LIFE consiste nel ripristino della laguna interrata attraverso la riapertura dei canali, lo scavo delle valli e l'apposizione di organi di regolazione dell'afflusso e deflusso delle acque, in modo da ricostituire il tipico ambiente di transizione costiero caratterizzato da un'alternanza di aree allagate e terreni asciutti. I lavori vengono realizzati dove era presente l’ambiente di specchi d’acqua aperti circondati da vegetazione, essendo queste le aree della laguna maggiormente interessate dal fenomeno dell’interramento, in modo da incrementare la disponibilità di habitat idonei per la nidificazione, lo svernamento e la sosta durante le migrazioni dell'avifauna.
» Azioni preparatorie
Consistono in studi preliminari sugli habitat e le specie, per avere uno strumento...
»leggi
» Azioni concrete di conservazione
Il progetto prevede sette azioni concrete di conservazione, ripristino e miglioramento...
»leggi
 
 
 
Data inizio progetto
» 1 settembre 2010

Data prevista
ultimazione progetto
» 31 dicembre 2018
Beneficiari

Beneficiario coordinatore:
»Regione Puglia

Beneficiari associati:
»Centro Studi Naturalistici Onlus
»Consorzio Bonifica Capitanata
»Oasi lago Salso s.p.a.

Cofinanziatore:
»Provincia di Foggia
Sostengono il progetto

»Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

»Ente Parco Nazionale
del Gargano


»Corpo Forestale dello Stato

»Federparchi

»Comune di Manfredonia
Link utili

Design e sviluppo: sinkronia.it
© 2011. Tutti i diritti riservati all'ASS. CENTRO STUDI NATURALISTICI - ONLUS - C.F.: 94035230716 - P.IVA: 03702310719 - Fotografie Matteo Caldarella, Vincenzo Rizzi.